La storia di una famiglia ottimista

Questa è la storia di una persona comune, come tante altre, amante della vita, socievole, altruista, ottimista per natura e con la passione per l’arte e la bellezza, in tutte le sue forme. Fabrizio nasce nel 1973 a Paola, un piccolo paese della provincia di Cosenza, famoso per il suo Santo protettore dei marinai, San Francesco di Paola. Si laurea in Scienze dell’Informazione presso l’Università di Milano e la sua passione per la musica lo spinge a conseguire il diploma in Tecnico del Suono. Fabrizio intraprende così l’attività di compositore, arrangiatore e produttore musicale ottenendo anche la giusta preparazione per poter interpretare quelle vibrazioni sonore che poi “immetterà” nelle sue opere, trasformandole in vibrazioni visive.
Nel 2003 conosce Ida, di cui si innamora: dopo solo tre mesi lei scopre di essere incinta. Arriva il momento di scegliere cosa fare: a volte le circostanze ci orientano verso la soluzione apparentemente “migliore” e più semplice per tutti, ma Fabrizio e Ida decidono di assumersi le loro responsabilità e di portare avanti questa gravidanza. Il momento non è dei più esaltanti, Fabrizio ha lasciato Milano ed è tornato di nuovo a Paola dove lavora come docente presso una scuola privata che organizza corsi ECDL, utili per il per il conseguimento della patente europea, ma la società sta per fallire.
Il senso di responsabilità, soprattutto nei confronti del piccolo Brando che sta per arrivare, lo spinge ad accettare un lavoro “sicuro” come consulente presso un notaio, professione ben lontana dalla sua formazione culturale ma soprattutto dalla sua vocazione artistica. L’unico modo per sfogare la sua attitudine artistica è la pittura. 
La sua intraprendenza lo spinge a reinventarsi e a trovare nuovi percorsi. Decide così di aprire una galleria d’arte on-line dove poter esporre le sue opere. Inizia così la sua ascesa verso un nuovo modo, le sue opere riscontrano un notevole successo in Italia e inaspettatamente anche all’estero.
Impeccabile nel suo ruolo di padre e di compagno, Fabrizio suddivide le sue giornate tra la famiglia, il lavoro dal notaio e la pittura, sorretto anche dalla complicità e dalla comprensione di Ida. In casa sono più i barattoli di pittura che quelli di marmellata ma qualcosa nella sua vita sta per cambiare ancora una volta. È in arrivo una bambina! La notizia è ben accolta dalla coppia ma Fabrizio si rende conto dell’impossibilità di mantenere una famiglia di quattro persone con il lavoro dal notaio, privo di aspettative di crescita professionale ed economica. Così decide di fare il grande passo, spinto dal suo ottimismo e da una forza invisibile che non lo fa mai perdere d’animo. La nascita di Nicole nel gennaio 2007 lo spinge a lasciare il lavoro “sicuro” del notaio per intraprendere la carriera artistica, sicuro di poter dare un futuro migliore alla propria famiglia. Prende in mano un vecchio magazzino del padre situato nel centro storico del paese e mette su una piccola bottega dove dare vita alle sue opere d’arte. 
La forza di volontà e la determinazione diventano determinanti, entra così nel circuito delle gallerie d’arte italiane. I suoi quadri in questi anni sono stati esposti in diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero, e Fabrizio è diventato un artista riconosciuto nel panorama nazionale e internazionale. Sono numerosi i volumi e annuari d’arte contemporanea e riviste specializzate in cui viene citato, ma nel giugno di quest’anno arriva il grande riconoscimento: una pubblicazione dedicata a venti artisti italiani dal nome La materia è il colore edito da Mondadori. Sono tante le giovani coppie che si trovano ogni giorno in situazioni come queste. L’Ottimista ha deciso di raccontare la storia di Fabrizio perché sia esempio per tutti noi.

(LOTTIMISTA.COM)

Tag:, , ,

Inserisci un commento